Admin Login

CCNL DIRIGENTI CREDITO 10/01/08

RINNOVATO IL CONTRATTO DEI DIRIGENTI BANCARI
 
Dircredito-FD e Sinfub, nel loro ruolo di rappresentanza della Dirigenza bancaria, d’intesa con Fabi, Falcri, Fiba-Cisl, Fisac-Cgil, Silcea, UGL-Credito, Uil.ca, hanno firmato in data odierna l’accordo di rinnovo del CCNL dei Dirigenti del Credito scaduto il 31 dicembre 2007.
 
Con il primario obiettivo della difesa dell’istituto negoziale collettivo, l’accordo ha sostanzialmente confermato il precedente impianto normativo con l’introduzione di significative novità:
 

-  Il CCNL scadrà, sia per la parte economica che per quella normativa, il 31 dicembre 2010;
 
-  per gli anni 2006 e 2007 è previsto il recupero economico per inflazione e produttività pregressa da riconoscersi sotto forma di importo una tantum nella misura del 4,90% circa;
 
-  incremento economico complessivo a regime (1 dicembre 2010), comprensivo del suddetto 4,90% e relativa tabellizzazione, dei tassi di inflazione programmata per gli anni 2008/2009/2010 e dell’incidenza della Long Term Care, sarà pari all’11% circa;
 
-  con decorrenza 1° gennaio 2008 è stata introdotta una copertura assicurativa per Long Term Care, a fronte di eventi imprevisti ed invalidanti tali da comportare uno stato di non autosufficienza; detta copertura verrà garantita per il tramite della Cassa nazionale di assistenza sanitaria per il personale del credito (CASDIC) attraverso un contributo annuale pari a € 200,00 procapite a carico dell’impresa;

- è stata riconosciuta la valenza strategica della professionalità della categoria e conseguentemente le Parti, in considerazione dell’internazionalizzazione dei mercati, dei processi di ristrutturazione e di aggregazione, della repentina evoluzione tecnologica, nonché dell’innovazione dei prodotti e dei servizi bancari, hanno riconosciuto il ruolo strategico e la centralità della formazione e dell’aggiornamento professsionale dei Dirigenti. All’uopo le imprese si avvarranno anche delle risorse derivanti da fondi istituzionali quali Fondir.
 
- le Parti individuano nei Comitati Aziendali Europei (CAE) gli organismi attraverso i quali si svilupperanno le attività di informazione e consultazione nei gruppi bancari di dimensioni comunitarie aventi “casa madre” in Italia auspicando che, in tale ambito, ci si ispiri a principi di sostenibilità e compatibilità ambientale e sociale.
 
 Roma, 10 gennaio 2008
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X